FANDOM


Esposizione orale o scritta di fatti veri o immaginari, nel loro svolgimento temporale, non includente di solito il significato di ufficialità o di impegno estetico
— Definizione di "Racconto"

In questa categoria vanno aggiunte tutte le storie presenti nella wiki che appartengano a qualsiasi genere

(horror splatter, thriller, psicologico, ghost story etc.) e di qualsiasi autore.

Caratteristiche dei racconti dell'orrore

Un racconto può essere classificato come un racconto dell'orrore quando narra di vicende ambientate in un contesto, di solito, normale con elementi esterni che provocano sensazioni di sconforto per la non familiarità nei confronti del lettore e per le conseguenze dispiacevoli e drammatiche che comporta la loro esistenza nelle storie.

Il racconto dell'orrore serve per generare sensazioni di ansia, orrore, inquietudine e sconforto nel lettore e ,per questo, spesso gli autori utilizzano un ritmo veloce e concitato spezzato nei momenti di tensione massima con una frase ad effetto, un colpo di scena o enfatizzando qualcosa di importante nel racconto.

Stephen-king-it

La copertina del romanzo IT di Stephen King, uno dei più famosi autori horror moderni

Nonostante anche storie con protagonisti assassini mascherati o eventi tragici possano far provare al lettore le medesime sensazioni di un racconto di genere horror, esse non sono classificabili come storie dell'orrore se non presentano elementi paranormali e molti di essi finiscono in una via di mezzo tra thriller e horror: un giallo che mette paura oltre che ansia. Anche le storie con protagonisti alieni e fantasmi possono essere classificate in categorie a parte, nonostante esse siano (specialmente le "Ghost Stories") sottogeneri della letterature horror.

Un modo efficace per trasmettere sensazioni di sgomento in un racconto è quello di far immedesimare il lettore nel personaggio, far provare per lui simpatia, nonostante questo, in alcuni racconti brevi, sia spesso difficile se non impossibile, per questo la caratterizzazione dei personaggi spesso è minima (basti guardare i racconti di H.P. Lovecraft, Robert E. Howard o Edgar Allan Poe) cosa che ,da un lato, però, aiuta ad immedesimarsi nel personaggio.

Alcuni elementi comuni in gran parte delle storie del terrore sono: la presenza di animali ripugnanti come scarafaggi o serpenti, la morte, la presenza di scene di violenza cruenta, ambientazioni lugubri, buie o claustrofobiche (o ,in alcuni casi, familiari e all'apparenza confortanti) e ,spesso, presenta personaggi affetti da malattie mentali più o meno gravi o condizioni che lo rendono "brutto" come deformità, maschere grottesche o un aspetto animalesco.

Tutti gli elementi (17)